Stampa

Communicate "global"- Consume "local". Le produzioni agroalimentari tipiche nel web

CommunicateGlobal ConsumeLocalSperimentazione di un progetto formativo in modalità Flipped Classroom

Come fruire del corso: istruzioni per l'iscrizione.

Il progetto si pone l'obiettivo di sperimentare una Creative Classroom (CCR) destinata all'insegnamento interdisciplinare dell'unità di apprendimento denominata «Communicate "global"- Consume "local". Le produzioni agroalimentari tipiche nel web». La metodologia che si intende utilizzare per la sperimentazione della CCR è quella della Flipped Classroom, già adottata con successo con riferimento alle discipline economiche (si consideri al riguardo Lage, Platt, Treglia, 2000).
La scelta di tale metodologia deriva dall'esigenza di ridurre il gap tra quanto erogato in aula e il raggiungimento di una conoscenza attiva, pratica, inclusiva e condivisa. In questo senso, l'adozione della metodologia della Flipped Classroom appare altresì motivata dalla volontà di valorizzare le potenzialità didattiche e comunicative offerte dalle nuove tecnologie, per spostare il fulcro dell'attività di docenza dall'accesso ai contenuti (reso più versatile ed economico dallo sviluppo pervasivo del web) al potenziamento delle capacità di rielaborazione e di analisi critica di quanto appreso, trasformando di fatto la "classe" in una "comunità di pratica" (Midoro, 2002; Wenger, 2000).
Il progetto nasce dall'esigenza di avviare la sperimentazione di un processo di didattica personalizzata, laboratoriale e socializzante.

Nello specifico, si intendono sviluppare:
• percorsi di apprendimento altamente differenziati sulla base delle specifiche esigenze dello studente o di gruppi di studenti;
• rafforzare la dimensione partecipativa e i processi di interazione in aula docente-studente e tra gli studenti, anche attraverso la possibilità di affrontare il percorso formativo, favorendo la creazione e lo sviluppo di gruppi di lavoro composti da studenti;
• potenziare, in una logica di problem solving e di analisi critica, la capacità degli studenti di confrontarsi con applicazioni pratiche e operative di quanto appreso, avvalendosi delle diverse metodologie e strumenti propri del percorso formativo.
Un simile approccio alla didattica, erogato attraverso la metodologia della Flipped Classroom, contribuirà non soltanto a trasferire agli studenti fondamentali conoscenze tecniche, ma li renderà anche in grado di supportare più efficacemente, attraverso una sviluppata attitudine al lavoro in team e ad un approccio problem-solving alle dinamiche imprenditoriali, il processo di crescita manageriale delle imprese del territorio. Tali imprese necessitano, infatti, di nuove competenze manageriali che siano in grado di affrontare con adeguati strumenti le nuove e differenziate sfide di complessità che caratterizzano il contesto globale.
A tal fine, il progetto prevede l'implementazione, attraverso una piattaforma di Learning Management System con interfaccia responsive, di un vero e proprio "ecosistema" in grado di garantire:
• la comunicazione e l'interazione tra docenti, tutor, esperti della materia, stakeholder territoriali, istituzionali e imprenditoriali, attraverso sessioni live, servizi di posta elettronica (e-mail), forum, bacheca, chat;
• l'interattività degli studenti con i materiali didattici, prevalentemente tramite il ricorso a esercitazioni con feedback o simulazioni su casi di studio;
• lo sviluppo di strumenti di valutazione e autovalutazione, sia del singolo discente sia dell'intera classe;
• un processo di monitoraggio continuo, per controllare l'efficienza, l'efficacia e la qualità del processo di e-learning.
Ciò potrà essere garantito attraverso lo sviluppo di Learning Objects e materiali didattici quali video e/o podcast, tutorial, presentazioni, documenti di approfondimento, paper scientifici, project work, tracce per lo svolgimento di casi di studio ed esercitazioni individuali e di gruppo.